Medievalis

Ad agosto Pontremoli ridiventa medievale

Medievalis a Pontremoli: una rassegna da non perdere!

MEDIEVALIS_a_Pontremoli
MEDIEVALIS a Pontremoli

Si tratta di un appuntamento atteso dai cittadini del borgo ma anche da migliaia di visitatori e turisti.

Il fatto storico

Pontremoli divenne libero comune nel 1226, in virtù di una concessione ottenuta dall’imperatore Federico II.

MEDIEVALIS_a_Pontremoli:_i_duelli
MEDIEVALIS a Pontremoli: i duelli

Attraverso Medievalis, ogni anno, Comune di Pontremoli, Pro Loco e Compagnia del Piagnaro, si attivano per ricordare questo avvenimento di fondamentale importanza per la storia di questa cittadina.

E l’atmosfera, che tutti avvolge durante questi tre giorni, è veramente unica perché non si tratta semplicemente di assistere alla rievocazione di un accadimento avvenuto in epoca medievale.

Se fosse solo questo poco distinguerebbe questa da molte altre simili iniziative che vengono rappresentate in varie parti del nostro Bel Paese.

Talvolta in maniera corretta, aderente alla realtà dei fatti, talaltra invece realizzate come una sorta di recitato story telling, che trae origine più dai racconti di osteria che da una rigorosa aderenza a fatti storici realmente accaduti.

Quello che contraddistingue Medievalis, appunto, è il fatto che la veritiera rappresentazione di un fatto, storicamente accertato, avviene proprio nello scenario in cui, poco meno di mille anni or sono esso ha avuto luogo, calpestando le pietre di quel tempo.  Tradizione non folklore, quindi.

Il centro storico di Pontremoli: uno scenario autentico

MEDIEVALIS-Pontremoli-amazzoni
MEDIEVALIS Pontremoli amazzoni

Pressoché immutato, rispetto alla sua configurazione medievale, è infatti, ancor oggi, una buona parte del centro storico di Pontremoli .

Come allora racchiuso nella striscia di terra compresa fra due corsi d’acqua, il fiume Magra ed il torrente Verde, con gli edifici nobiliari che da un lato si affacciano sul borgo e dall’altro godono di un giardino che trova il suo limite nella sponda del fiume.

Ed anche ciò che fa loro da contorno ha subito poche variazioni, rispetto all’originario aspetto medievale.

Sono infatti ancora come un tempo: la torre del Casotto e quella di Busticca.

Ma anche Piazzetta San Gimignano dove, come Dante riporta nell’inferno della Divina Commedia, Federico II fece accecare il suo consigliere Pier delle Vigne.

L’odierno Campanone ha invece cambiato funzione: da torre a campanile. Peraltro dotato di una campana realizzata con il bronzo dei cannoni che, un tempo, armavano gli spalti del castello del Piagnaro.

Del resto, fortunatamente, la  torre fatta erigere da Castruccio Castracani, per separare le litigiose fazioni dei Guelfi e Ghibellini, aveva perso la sua funzione, in una città che, raggiunto un certo benessere, mostrava di apprezzare la concordia. 

Ed a questa atmosfera medievale non è certo estraneo il castello del Piagnaro così come non lo sono gli stretti vicoli che conducono all’altura su cui esso è sorto per sorvegliare i traffici aventi corso lungo la via Francigena.

Anch’essi lastricati di arenaria come pure attraverso l’arenaria, questa volta in piagne, sono ricoperti i i tetti delle case che li circondano.

E ad agosto…

fuori le automobili ed ogni altro mezzo a motore per dare spazio a cavalli, cavalieri, dame, eserciti, falconieri, giocolieri, mangiafuoco, mercanti, contadini, religiosi ed ogni altra espressione in cui l’uomo medievale poteva manifestarsi.

E quindi sfilate, spettacoli, tornei, combattimenti e perché no? Taverne, osterie, locali nei quali tradizione storica e cultura enogastronomica si integrano riportando al palato sapori frutto di ricette ultracentenarie che ben si sposano con la piacevolezza della produzione vitivinicola locale.

Spesso basata anche su un sapiente utilizzo di vitigni autoctoni quali la pollera e la durella.

E se ormai è diventato usuale muoversi nello spazio non altrettanto consueta è la possibilità di  fare un vero viaggio nel tempo: un’occasione che forse meriterebbe di essere colta!

MEDIEVALIS_a_Pontremoli_appuntamento_goloso
MEDIEVALIS a Pontremoli appuntamento goloso