B&B EREMO GIOIOSO: dove siamo

La Lunigiana

La Lunigiana, la terra in cui si trova il B&B EREMO GIOIOSO, è spesso menzionata accompagnata dalla dicitura "terra della luna".

Denominazione attribuitale in età imperiale quando i romani fondarono l'antica città di Luni e la dedicarono alla Dea Luna.

Precisamente, il B&B EREMO GIOIOSO è situato in Previdè.

Previdè

Un antico borgo in prossimità di Pontremoli, già sede di una medievale torre di avvistamento da cui ha avuto origine il toponimo.

Previdè  da Prae videns= coloro che vedono prima.

Ed in effetti gli abitanti di Previdè, unitamente a quelli di Gravagna, vedevano per primi l'avvicinarsi dei pericoli lungo le 2 principali vie di comunicazione del tempo: la Via Lombarda e la Via Francigena.

Pontremoli ed i suoi dintorni sono stati infatti sovente teatro per le gesta di tanti protagonisti delle vicende italiche.

E, possiamo facilmente desumere che non si trattava di gente banale: Carlo V, Carlo VIII, Federico II, Dante Alighieri, Castruccio Castracani, Pier delle Vigne, i Malaspina, solo per citarne alcuni fra i più conosciuti.

E gli episodi, edificanti o cruenti, da raccontare, sarebbero innumerevoli.

Sotto il primo aspetto possiamo citare la realizzazione della fortezza della Brunella ad Aulla.

Ed il suo committente: il capitano di ventura Giovanni dalle bande nere.

Mentre per il secondo, un po' raccapricciante invero, non possiamo che pensare a Federico II.

Autore di un cruento episodio, quando, a Pontremoli, nel 1249, in Piazzetta S. Gemignano, fece accecare un Pier delle Vigne, trascinato in catene.

Ma ritorniamo al nome.

Il nome Lunigiana

Se, già di per se, l'appellativo “terra della luna” esercita un fascino, questo non può che accrescersi quando si parla di 100 castelli.

E non è un modo di dire. E' solo l'altro modo con il quale viene rappresentata la Lunigiana: la “terra dei 100 castelli”.

Perché questo nome? Perché 100 castelli in Lunigiana ci sono veramente. Soprattutto grazie ai Malaspina.

E la curiosità che naturalmente scaturisce da tale definizione, può essere facilmente appagata attraverso un tour in Lunigiana.

La dove borghi, statue stele, pievi, castelli, ville, palazzi ma anche selciati consunti da milioni di passi, descrivono un percorso lungo alcuni millenni.

Lunigiana-castello-Piagnaro-Pontremoli
Lunigiana: il castello del Piagnaro a Pontremoli
E' questo che rende particolare la Lunigiana. L'aria che si respira percorrendola. L'atmosfera di autenticità che emana.

Lunigiana: una terra autentica

La Lunigiana non necessita dello story telling.

Non ha bisogno di inventare storie da vendere ai turisti.

La Lunigiana è intrisa di storie.

E anche di cultura.

Non possiamo infatti trascurare il fatto che sia Dante che il Cavalcanti hanno trascorso non brevi periodi in Lunigiana.

Ed è altresì vero che la Lunigiana ha visto nascere una corrente artistica identificata con la cittadina più importante di questa terra: il barocco Pontremolese.

Lunigiana: i confini.

Peraltro, le lunghe contese che hanno avuto per oggetto questa terra un problema lo hanno creato: quello dei confini.

La certezza dei confini ha infatti risentito di questo vortice di frazionamenti e ricomposizioni fra potentati dell'epoca.

Al tempo, motivati dalla smania di assicurarsi il controllo dei traffici sulla più importante arteria di comunicazione: la Via Francigena.

Del resto, questo territorio, ha orgogliosamente conservato un'identità, attraversando i secoli, anche in assenza di un riconoscimento istituzionale.

A tal proposito molti sono stati i tentativi di ricomporne, anche istituzionalmente, l'originaria struttura.

Lunezia

Nell' l'ultimo di questi  era stato perfino coniato un nuovo toponimo: Lunezia.

Teso a far si che anche La Spezia trovasse spazio nell'identificare la nuova realtà che sarebbe venuta a crearsi.

Ma, malgrado tale espediente, le resistenze della provincia spezzina, alla fine hanno avuto il sopravvento.

Pertanto parlando di Lunigiana l'unico ancoraggio certo ed indiscutibile rimane quello che ne ha determinato l'origine: i territori assoggettati alla diocesi di Luni.

lunigiana storica: la cartina
lunigiana storica: la cartina
Quindi tutta la Val di Magra e la Val di Vara, con esclusione di Varese Ligure, cui vanno aggiunti i territori della costa dal Cinquale alle 5 terre fino a Levanto.

Un territorio variegato e bello popolato da gente indomita: i liguri apuani.

Ed anche la loro è una bella storia ma...la racconteremo un'altra volta, in un'altra pagina.